Imperia turistica

Dove si trova Imperia

Imperia è un capoluogo di provincia Ligure ed è situata nella Riviera di Ponente, nel tratto denominato “Riviera dei fiori“. Nata come città industriale e oggi convertita in città turistica, Imperia offre ai suoi visitatori scorci panoramici mozzafiato ed un’ampia varietà di attrazioni per ogni tipo di esigenza.

Imperia: la storia e il territorio

La città di Imperia venne istituita il 21 ottobre 1923 con il Regio Decreto n. 2360 che prevedeva l’unione di undici comuni: Oneglia, Porto Maurizio, Piani, Caramagna, Castelvecchio, Borgo S.Agata, Costa d’Oneglia, Poggi, Torrazza, Moltedo e Montegrazie.

Attualmente Imperia conta circa 43000 abitanti. Il territorio presenta una serie di valli e di colline ricoperte da terrazzamenti di oliveti e costellata da numerosi piccoli borghi. La costa presenta spiagge con ciottoli ad Oneglia, a Borgo Prino e a Borgo Foce. Mentre a Borgo Marina di Porto Maurizio si trova una spiaggia di finissima sabbia denominata “Spiaggia d’oro”.

Imperia, città con due centri

Imperia deve il suo nome al torrente Impero che separa Oneglia da Porto Maurizio un tempo città rivali.

Porto Maurizio, arroccato sul promontorio del Parasio era un centro economico e commerciale di rilievo già nel Medioevo.

Oneglia, estesa sulla piana alla foce del torrente Impero, fu fondata dopo l’anno Mille, fu feudo del vescovo di Albenga ,in seguito venduta alla nobile famiglia genovese dei Doria ed infine ceduta nel 1576 ai Savoia.

La rivalità tra i due centri si espresse in un’accesa concorrenza commerciale, in sentite faide famigliari ed in una differente organizzazione amministrativa. Porto Maurizio  era infatti fedele a Genova mentre Oneglia era legata ai Savoia.

Un primo passo verso l’unificazione ci fu già nel 1842 quando venne costruito un ponte sul torrente Impero, ma i rapporti tra i portorini, detti Cacelotti, e gli onegliesi, detti Ciantafurche, non accennarono a migliorare.

La rivalità è stata superata solo nel 1923 con l’edificazione del palazzo comunale situato a metà strada fra i due centri

Il turista che visita Imperia rimane spesso sorpreso perché in questa città tutto è doppio: ci sono due centri storici, due stazioni, due porti.

Imperia Oneglia

Nel centro di Oneglia è presente la Collegiata di S. Giovanni Battista, un’importante chiesa fulgido esempio di architettura barocca realizzata nel 700. Sulla collina sovrastante il centro si trova la Villa Grock, fatta costruire, in stile liberty, dal famoso clown Grock (Charles Adrien Wettach) negli anni trenta; con il suo splendido giardino è oggi un’attrazione turistica tra le più rinomate. Addentrandosi  verso il rione di Castelvecchio non può non essere notata la maestosa Chiesa di Santa Maria Maggiore che sovrasta la vallata e dal cui piazzale antistante si gode di uno splendido panorama della città.

Subito retrostante il porto c’è la vecchia Oneglia, con le antiche dimore dei pescatori e con il Palazzo Doria, dove crebbe Andrea Doria, mentre al confine est della città si trovano i resti della cinta muraria.

Vista della città di Oneglia

Veduta di Oneglia dal piazzale di Santa Maria Maggiore a Castelvecchio

Imperia Porto Maurizio

Il centro di Porto Maurizio è invece situato di su un promontorio proteso sul mare chiamato Parasio, caratteristico e ricco di carrugi, storici palazzi e importanti monumenti tra cui il la chiesa più grande della regione, il duomo di San Maurizio, costruito in stile neoclassico tra il 1781 e il 1832, la casa natale di San Leonardo, il convento delle suore di Santa Chiara  con le sue suggestive logge, l’oratorio di San Pietro ed il Museo Navale Internazionale del Ponente Ligure, il teatro Cavour, esempio di architettura ottocentesca e la Chiesa dei Cavalieri di Malta, eretta nel 1362, che si trova all’esterno dall’antica cinta muraria.

Imperia Porto Maurizio

Il suggestivo promontorio del Parasio a Porto Maurizio

Cosa offre la provincia di Imperia

L’entroterra e la costa di Imperia offrono un paesaggio molto variegato, ricco di profumi e di colori. Lungo la costa si alternano spiagge di ciottoli e sabbia.

La provincia di Imperia, ubicata nella Riviera dei Fiori, si spinge nell’entroterra fino a raggiungere le Alpi Liguri, che nella loro altezza di oltre 2000 metri segnano il confine con Francia e Piemonte. Queste Alpi vengono definite “Alpi del mare” a causa della vicinanza con la costa.

Sulla costa i comuni limitrofi godono di un fiorente turismo balneare guadagnato con il loro fascino di piccoli borghi di pescatori.

L’intera provincia di Imperia è disseminata di borghi che sono dei veri gioielli di bellezza immersi nella natura, nell’architettura e nella storia. Si va dai ridenti borghi di Apricale e Dolceaqua nell’entroterra di Camporosso al prezioso borgo di Cervo, poco distante dalla cittadina di Diano Marina.

Turismo a Imperia

Negli ultimi anni Imperia ha assistito ad un incremento rimarchevole del turismo grazie a manifestazioni di rilievo, come le Vele d’Epoca e il Videofestival. Inoltre c’è stato un ampio potenziamento di strutture ricettive come gli alberghi, gli agrituirsmo e le case vacanza e inoltre sono state realizzate opere di grande attrattiva come il parco urbano, il palazzetto dello sport e la vicina pista ciclabile del ponente ligure.

Per i turisti che scelgono di visitare la provincia di Imperia ci sono numerose possibilità di divertimento: ci si può rilassare sulle spiagge dal mare limpido , si possono visitare i borghi caratteristici, si possono fare escursioni naturalistiche, si può passeggiare nei giardini botanici, si può noleggiare una bici e percorrere la pista ciclabile o si possono visitare i numerosi musei etnografici e archeologici.

Meritano una visita i frantoi artigianali che costellano le vallate Imperiesi, i ruderi dei castelli e le chiese ricche di arte e storia.

Fuori Imperia

Nella zona di confine, a Ventimiglia, meritano certamente una visita il sito archeologico dei Balzi Rossi e l’immenso e prezioso giardino botanico di Villa Hambury.

Da Ventimiglia spostandosi verso Imperia, nella val Nervia, sono suggestivi i borghi medievali di Pigna, Apricale e Dolceacqua.

Spostandosi ancora più a levante si incontra la città dei fiori, Sanremo, famosa per il Festival della canzone italiana, per il casino, per il premio Tenco e per il famoso Rally.

A est di Imperia passati Diano Marina e San Bartolomeo, due cittadine balneari e prevalentemente turistiche, si incontra Cervo, uno stupendo borgo medievale arroccato sul mare e che ospita ogni estate un festival di musica da camera.

Gastronomia e specialità di Imperia

Il territorio della provincia di Imperia, inoltre, regala ai suoi visitatori sapori genuini dei suoi prodotti, dall’olio extravergine di oliva ai vini come l’Ormeasco, il Rossese e il Vermentino.

Sono tanti i prodotti tipici della zona  e le specialità gastronomiche che tentano il palato del turista:

  • Le olive taggiasche
  • Il pigato di Pieve di Teco e di Ranzo
  • L’ormeasco di Pornassio
  • Il rossese di Dolceacqua
  • Le verdure ripiene
  • La torta verde
  • La piscialandrea, o pizza all’Andrea, che deve il suo nome ad Andrea Doria ed è la specialità più famosa di Imperia. È una pizza condita con sugo, pasta di acciughe, olio di oliva e aglio.

Da sempre la produzione di olio di oliva ha caratterizzato l’economia della città. Nella zona retrostante i centro di Oneglia, in via Garessio, dove c’era una forte concentrazione di oleifici è presente il famoso museo dell’olivo dei Fratelli Carli. Oggi i frantoi sono ancora numerosi e sono sparsi su tutto il territorio Imperiese.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 3.6]
Condividi!